Infortuni

InfortuniSempre più spesso si legge sui quotidiani e si sentono in TV notizie di incidenti e di infortuni avvenuti nell’ambiente domestico o durante il tempo libero.

Nei rapporti annuali del CENSIS, nei notiziari dell’ISTAT e dell’INAIL, si trovano i seguenti dati sugli incidenti:

  • al primo posto ci sono gli incidenti domestici
  • al secondo posto gli incidenti sul lavoro
  • al terzo posto gli incidenti stradali

Gli Incidenti Domestici sono più di 4 Milioni all’anno: di questi il 52 % avviene in cucina, il 9 % in soggiorno, il 7 % sul balcone o in giardino, ecc…   e colpisce le donne per più del 70 %, poi anziani e bambini.

Gli Infortuni sul Lavoro, risentono del periodo di crisi economica, della minore attenzione per la manutenzione degli impianti, per la prevenzione e la sicurezza, dell’aumento dei ritmi,.. ecc.

Nel 2015 le denunce di infortunio all’ INAIL sono state 632.000 e 1132 quelle che hanno causato la morte di un lavoratore, le cosiddette “morti bianche”.

I settori nei quali si è registrata la crescita delle morti bianche sono:

  • costruzioni  +  24 %
  • trasporto e magazzinaggio   +  25 %
  • attività di servizi di alloggio e ristorazione   +  50 %
  • comparto manifatturiero   +  16 %

e sono stati colpiti soprattutto i lavoratori più anziani.

Gli Incidenti Stradali con lesioni a persone, in Italia nel 2014 sono stati 177.031 ed hanno provocato la morte di 3.381 persone e il ferimento di altre 251.147.

Gli Infortuni Stradali colpiscono sovente i giovani con conseguenze anche molto gravi. Ogni giorno sulle nostre strade si verificano 485 incidenti gravi, 10 persone muoiono e 700 rimangono ferite.

La soluzione:  Una buona Assicurazione contro gli Infortuni che assicura un capitale, scelto dal Cliente, per:

  • Morte
  • Invalidità Permanente
  • Rimborso Spese Mediche
  • Diaria da Ricovero, Convalescenza, Gessatura
  • INABILITA’ TEMPORANEA

 

I RISCHI DELLA CIRCOLAZIONE:

Nei primi del’900 in Italia c’erano poche automobili e chi circolava si “arrangiava” quando succedeva un incidente, si provvedeva in proprio al ristoro dei danni causati.

Con il boom economico degli anni ’60, l’auto diventò un bene alla portata di strati sempre più vasti di popolazione, si fecero le prime autostrade e nel 1969 l’assicurazione della RCA Responsabilità Civile Auto, divenne obbligatoria (legge 24/12/1969   n.  990).

L’Assicurazione obbligatoria copre i danni involontariamente agli altri (Terzi) durante la circolazione,

In altri paesi si assicura l’individuo sulla patente, mentre in Italia si assicura l’autoveicolo sulla targa, e quindi l’assicurazione copre i danni che chiunque (munito di regolare autorizzazione alla guida) provoca con l’autovettura assicurata.

Quindi l’assicurazione obbligatoria RCA, obbliga l’assicuratore a pagare i danni che il proprio assicurato causa agli altri e non quelli che il proprio assicurato subisce.

Questo nello “spirito” della Legge, poi con l’evoluzione del mercato e gli accordi tra Compagnie (CID – CARD – Carta Verde) oggi, normalmente è il proprio assicuratore che rimborsa al proprio assicurato i danni subiti, ma sempre chi ha “subito” il danno e non chi l’ha “provocato”.

Insieme alla RCA obbligatoria, sono state aggiunte molte altre garanzie a tutela della proprietà del veicolo e di chi lo conduce.

Quindi si possono aggiungere alla RCA altre garanzie: Incendio, Furto, Kasco, Cristalli, Assistenza, Infortuni del Conducente, Tutela Legale.

La nostra Agenzia, plurimandataria, è in grado di offrire un ventaglio di proposte per:

  • autoveicoli
  • autocarri conto proprio e conto terzi
  • autobus
  • auto e moto d’epoca
  • motocicli e ciclomotori
  • veicoli speciali
  • mezzi agricoli
  • camper
  • imbarcazioni

 

Per maggiori informazioni contattaci via email, telefono o vieni a trovarci in Agenzia.